analisi-passo.png

esame baropodometrico computerizzato

Analisi del passo e dell’appoggio del piede

L’analisi del passo con esame baropodometrico computerizzato racchiude una serie di esami non-invasivi per valutare l’appoggio del piede sia in movimento che in posizione statica in soggetti sportivi, bambini in età di sviluppo, adulti e anziani

Quando eseguire un esame baropodometrico computerizzato? 

L’analisi del passo è fondamentale per valutare diverse patologie, disturbi o alterazioni del cammino. Analizzando il carico, la pressione e il movimento del piede è possibile individuare anomalie nell’appoggio che possono causare dolori di varia natura.  

 

Grazie all’esame baropodometrico computerizzato, i dati raccolti permettono allo specialista di valutare in maniera accurata e oggettiva l’appoggio del piede, indirizzare al meglio il percorso terapeutico e osservare i cambiamenti e i progressi nel tempo.

 

Consente inoltre al tecnico ortopedico di realizzare con precisione i plantari necessari al paziente.

Come si svolge l’analisi del passo?

 

La visita dura circa un'ora e si svolge in quattro fasi: 

  1. Analisi dinamica con solette smart

  2. Esame in statica e in dinamica sulla pedana baropodometrica

  3. Analisi posturale e al podoscopio

  4. Valutazione e referto 

analisi-passo-podosmart.png

1

Analisi dinamica con plantari smart

 

All’interno delle proprie calzature, il paziente indossa le innovative solette  Podosmart forniti dallo Studio con i quali cammina per un paio di minuti.

 

Grazie alla tecnologia Bluetooth, i dispositivi registrano i parametri di andatura e appoggio e li inviano in tempo reale al software collegato.

2

Pedana baropodometrica

Successivamente il paziente, a piedi scalzi, cammina su una pedana baropodometrica fissa per qualche minuto. 

 

I sensori registrano il carico e la percentuale di appoggio del piede inviando i dati al computer. 

Appoggio del piede - Studio Podologico Di Palma 2.png
podoscopio-studio-podologico-dipalma.jpeg

3

Analisi statica con podoscopio

 

Dopo l’esame dinamico, il paziente sale sul podoscopio per la valutazione dell’appoggio del piede in posizione statica.

 

Attraverso questo esame è possibile analizzare la postura ed eventuali disallineamenti del bacino o della colonna.

4

Referto e protocollo terapeutico 

 

Al termine degli esami, lo specialista ha una visione completa, dettagliata e oggettiva dell’appoggio del piede. 

 

Dopo aver mostrato le immagini e i dati raccolti, illustra al paziente il referto e l'eventuale protocollo terapeutico.

Per informazioni o appuntamenti